Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Proposta LDT 2018-2019

07-11-2018   

Laboratorio Didattico Territoriale Valdera Scuola Scienza  

La proposta 2018-2019

 

Il “Laboratorio Didattico Territoriale Valdera Scuola Scienza”, fin dalla sua costituzione nel novembre 2010, si è proposto l’obiettivo di superare le carenze di cultura scientifica e promuovere il riconoscimento del valore sociale della scienza, costituendo in ogni scuola gruppi di lavoro sull’educazione scientifica e un coordinamento di Rete fra i Referenti di educazione scientifica di tutti gli Istituti.

Altro obiettivo fondamentale è stato quello dello sviluppo di  una didattica laboratoriale aperta al territorio e alle sue risorse ambientali, produttive, culturali, associative.

 

Il lavoro fin qui svolto ha permesso di sostenere negli Istituti scolastici della Valdera vere e proprie “comunità di pratiche” come il Gruppo LDT per l’educazione scientifica o analoghe strutture dipartimentali e prosegue, anche quest’anno, nel sostegno di LDT – Cred Valdera alle autonome attività proposte dai singoli Istituti, con riferimento a scelte metodologiche condivise (laboratorialità, cooperative learning, valorizzazione delle risorse territoriali, project and problem solving, compiti di realtà...), e nel consolidare esperienze di coordinamento di rete.

 

Sul piano organizzativo si conferma pertanto la centralità del Coordinamento di Rete dei Referenti per l’educazione scientifica, con incontri periodici (almeno 3 nel corso dell’anno) che assicurino:

-        la definizione del programma di attività e il coordinamento delle iniziative previste;

-        la formulazione all’Ambito di proposte formative concordate a livello territoriale;

-        la documentazione di Rete delle attività svolte nell’apposita sezione Ldt del sito del Cred Valdera per favorire il confronto e la condivisione di buone pratiche

Resta comunque inteso che i Referenti LDT devono essere espressione di effettivi gruppi di lavoro operanti negli Istituti e costituiti in modo da garantire la rappresentanza dei vari livelli scolari nei Comprensivi e il coinvolgimento pluridisciplinare nei Superiori.

 

Sul piano delle attività queste le principali azioni della progettazione annuale 2018-19:

 

  1. I Caffè Scienza junior, per mettere a disposizione delle comunità locali le risorse e il ruolo della scuola nella diffusione della cultura scientifica. Il modello può essere quello dell’intervento realizzato con  l’Istituto “S. Pertini” di Capannoli, con la  collaborazione degli studenti delle Superiori in modalità di alternanza scuola-lavoro, e il coinvolgimento delle Amministrazioni Comunali e delle articolazioni associative delle comunità di riferimento.

 

  1. I Laboratori e le attività proposte dai singoli Istituti, da realizzarsi con il sostegno di LDT per garantire interventi qualificati di esperti, tutor, animatori (anche individuati all’interno del sistema scolastico locale), supporti organizzativi e di comunicazione.

In sede di Coordinamento dei Referenti saranno definiti i criteri di valutazione delle proposte e la loro attuazione anche su più anni scolastici, in rapporto alla disponibilità di risorse

 

  1. Individuazione di una cornice unitaria in cui inserire le iniziative di presentazione delle principali attività Stem svolte dagli Istituti Superiori: un “mese della Scienza” in cui il Villaggio scolastico delle scuole superiori di Pontedera potrebbe essere valorizzato come luogo di confronto e dibattito sui principali temi della cultura Stem, alternando agli interventi dei singoli istituti momenti di riflessione comune con seminari, conferenze ed altre opportunità aperte alla cittadinanza.

 

 

Il Tavolo di lavoro sull’educazione scientifica previsto per l’attuazione del PEZ, costituito principalmente dal Coordinamento dei Referenti, sarà, infine, integrato con la partecipazione di tutti i soggetti istituzionali e associativi volta a volta interessati allo sviluppo del programma, in particolare la  Conferenza Educativa di Zona e il Coordinamento dei Dirigenti Scolastici.

 

 

Pontedera, ottobre 2018

 

 

 

 

Tags: -